WhatsApp o Telegram: Quale utilizzare?

whatsapp o telegram

Meglio WhatsApp o Telegram?

Whatsapp o Telegram: Andiamo a vedere le due app di messaggistica nel dettaglio così da scoprire le caratteristiche dell’una e dell’altra e scegliere la migliore!

Non è una scelta così semplice perchè ognuna ha pregi e difetti che scopriremo a breve:

Sia i servizi che le funzionalità sono molto simili , ci sono alcuni piccoli la scelta nello scegliere se l’una o l’altra può essere fatta sulla base di qualche dettaglio.

Whatsapp ad esempio, può contare su molti più utenti, cosa che rende più semplice contattare e raggiungere i propri amici. Telegram, invece, ha servizi bot più avanzati, oltre alla possibilità di creare gruppi composti da diverse migliaia di utenti.

Ma questo è solo l’inizio, per capire se è meglio WhatsApp o è meglio Telegram è necessario andare più a fondo.

Vediamo le differenze:

1.Telegram

  • App multipiattaforma. Come WhatsApp, anche Telegram può essere utilizzata dal web utilizzando un normalissimo browser. A differenza dell’app di messaggistica di Facebook, però, gli sviluppatori russi si sono spinti un passo più avanti, realizzando degli applicativi da installare sul disco rigido in grado di funzionare anche al di fuori del browser. Come se non bastasse, poi, Telegram web funziona anche senza che lo smartphone sia connesso alla Rete (necessario, invece, per WhatsApp), rendendo più semplice la sincronizzazione e la consultazione delle conversazioni
  • Invio di file. In caso di necessità, Telegram può essere utilizzato per scambiare e inviare file tra computer e smartphone, smartphone e smartphone o tra computer e computer. La piattaforma di messaggistica, infatti, consente di allegare file di qualunque tipo (non solo immagini, video o documenti) fino a 1,5 gigabyte di grandezza
  • Sicurezza e crittografia. Tra le maggiori applicazioni di messaggistica, Telegram è stata tra le prime a implementare la crittografia end-to-end, anche se il suo utilizzo richiede un intervento diretto da parte dell’utente. A questo si unisce la possibilità di creare delle chat “a scadenza”, con messaggi che si distruggono automaticamente dopo pochi secondi dall’apertura
  • Sticker famosi. Gli sticker sono tra le poche funzionalità presenti in Telegram che WhatsApp ancora non implementa. A differenza delle emoji (presenti anche nell’app russa), gli sticker sono più “raffinati” ed espressivi e consentono all’utente di esprimere al meglio il proprio stato d’animo
  • Piattaforma bot. Anche in questo caso, Telegram è stata la prima a credere e investire sui chatbot, integrando all’interno della propria piattaforma comunicativa software di comunicazione automatizzati. Oggi si contano migliaia e migliaia di chatbot differenti, ognuno dei quali dotato di propri scopi e funzionalità: si va dai bot per giocare o conoscere l’oroscopo sino al bot che consente di tracciare le proprie spedizioni e pacchi in transito
  • Canali e supergruppi. Per incentivare la comunicazione e lo scambio di informazioni tra i suoi utenti, Telegram ha introdotto i Canali e i Supergruppi. I primi sono delle vere e proprie liste di distribuzione tematica (particolarmente utilizzate da testate giornalistiche e in ambito informativo) cui gli utenti si iscrivono per ricevere contenuti di ogni genere; i secondi, invece, consentono a un singolo utente di inviare, nel giro di pochissimi istanti, lo stesso messaggio a migliaia e migliaia di iscritti

2.WhatsApp

Chi non conosce ormai Whatsapp? Sappiamo praticamente tutto di questa app di messaggistica entrata nelle abitudini quotidiani di molti utenti. Molte solo le funzionalità in comune tra Whatsapp e Telegram ma in alcuni casi la prima mette a disposizione degli strumenti forse più immediati e semplici da utilizzare.

  • Crittografia end-to-end e chat a tempo. WhatsApp offre un sistema di protezione dei dati e della privacy degli utenti migliore rispetto a quella di Telegram. Integra, infatti, il protocollo di crittografia end-to-end sviluppato da Signal e permette agli utenti di inviare messaggi a tempo, capaci di autodistruggersi nel giro di pochi secondi dall’apertura.
  • Revoca dei messaggi. A questo si aggiunge la possibilità di revocare messaggi già inviati e correggere eventuali errori (voluti o non voluti, poco importa) di comunicazione. Se il destinatario non ha ancora letto il nostro messaggio e sono passati meno di cinque minuti dal momento nel quale si è premuto sul tasto “Invia”, allora sarà possibile cancellarlo.
  • Onnipresente. WhatsApp è praticamente onnipresente nel panorama della telefonia mobile. Se a questo si aggiunge WhatsApp Web, che permette di chattare e scambiare messaggi anche da computer (basta un browser, indipendentemente dal sistema operativo che si utilizza) si capisce benissimo che si può utilizzare ovunque ci si trovi
  • Chiamate e videochiamate. WhatsApp si è affermata come una delle migliori alternative gratis a Skype per quel che riguarda le chiamate VoIP e le videochiamate. La piattaforma infatti come ormai saprete consente di chiamare e videochiamare (in maniera anche abbastanza chiara) i propri amici sfruttando semplicemente la connettività Internet.

Conclusioni

Entrando nel merito delle due applicazioni abbiamo quindi compreso che presentano in entrambe i casi dei servizi molto simili ma hanno di fatto due target diversi, al momento,.

Se puntate a trovare facilmente tutti i vostri contatti e non volete privarvi delle chiamate, WhatsApp è indubbiamente l’applicazione che fa per voi. Se invece puntate alla sicurezza, alle chat che si auto-distruggono, se vi piace creare delle emoji o degli adesivi (su Telegram si può, su Whatsapp no) Telegram è sicuramente l’app più consigliata.

Infine dal punto di vista lavorativo possiamo dire che Telegram è un passo avanti rispetto a Whatsapp, soprattutto per l’invio di file di grosse dimensioni. Diciamo che se possedete uno smartphone con abbastanza spazio di archiviazione può valer la pena scaricarle entrambe e usarle a seconda delle esigenze.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
28 − 1 =